16/10/11

Nera a Milano

"Ciascuno di noi forse porta scritta in una recondita particella del corpo, la propria finale condanna. Ma perché andare determinatamente a disseppellirla?" Già. Perché mai dovremmo stuzzicare la nostra recondita voglia di crepare? Strano che a chiederselo sia proprio Dino Buzzati, lo scrittore italiano che ha raccontato il nostro desiderio più spaventoso: l'impulso a incamminarci sul filo della vita, sempre amoreggiando con il vuoto sul quale avanziamo sospesi.
Le sue storie guardano quel vuoto dritto negli occhi e insegnano, come solo i virtuosi del trapezio sanno fare, a convivere con la tentazione di scivolare di sotto.
Oggi, per festeggiare il suo compleanno, MOSSO vi invita a seguire Dino nella sua ultima avventura. Abbiamo chiesto a Daniela Monti del "Corriere della Sera" di preparavi all'impresa, noi abbiamo fatto il resto. Buona lettura e attenti a non inciampare.






3 commenti:

Jazz nel pomeriggio ha detto...

Molto carino.

Francesco ha detto...

Accoppiata vincente!!

Anonimo ha detto...

Bello,
complimenti.

Silvestro